Arianna Spizzico

Arianna Spizzico

"Cavalli a motore" - 2015 - olio e piombo su base lignea - cm. 50x50

Cavalli a motore

 

Biografia

Verso l'inizio degli anni ‘80, Arianna Spizzico dopo aver conseguito il diploma al Liceo Artistico di Bari, diviene membro dell’Associazione Incisori Pugliesi diretta da Glauco Camiless.
Nell’ambito della VI biennale dell’incisione, presso il Castello Aragonese di Taranto, la sua “opera prima” titolata “La donna e l’aquila”, realizzata con le tecniche della punta secca e dell’acquaforte, viene segnalata tra le migliori da Luigi Servolini - Direttore dell’Accademia delle Arti dell’Incisione di Roma e dall’Associazione Incisori d’Italia – tanto da conferirle la nomina di Accademico effettivo ad honorem.
Presso la Biblioteca Nazionale di Firenze - sezione Libri d’Autore -, grazie ad Alvaro Spagnesi, curatore della recensione storica, viene acquisita una copia del suo libro miniato di incisioni ed acqueforti dal titolo “Immagini del Mito” realizzato da Marisa Salomone con torchio a stella presso la calcografia d’arte “Ante Litteram” di Bari.
Negli anni ’90 viene realizzato il video d’arte “Una pittura lunga un Sogno” su regia di Mimmo & Alex Avellis, avente come soggetto opere grafiche e tele della Spizzico e ispirato dalla passione per il mito e il mare con la cornice del territorio pugliese.
Nello stesso periodo Arianna cura le illustrazioni di “Zeus”, libro scritto da Enzo Bonavita, mentre la ditta “Grese” sita a Constanz in Germania, le affida l’incarico di progettazione e direzione dei lavori di due grandi vetrate a piombo. Intorno al 2000 l’evoluzione artistica ha spinto la Spizzico, a realizzare le prime opere multimateriche e sequenziali utilizzando l’antica tecnica dell’imprimitura - trattasi di un antico composto messo al fuoco a bagnomaria e utilizzato per preparare o restaurare il legno sin dal ‘500.
Nell’impasto magmatico ancora caldo, affondano lamine di rame, ottone insieme a sabbia conchiglie, coralli o in alcuni casi, scarti tecnologici come diodi, nastri di registrazione, cellulari, che vengono poi sottoposti ad ossidazione e contaminazioni.
L’aspetto finale dunque sarà quello di un elaborato che riporta immediatamente alla mente la pietrificazione di un pezzo di materia venuta dal futuro.
L’artista ha inoltre curato corsi privati per bambini aventi come oggetto il ritratto, la prospettiva nella copia dal vero e le tecniche pittoriche utilizzate da alcuni grandi autori autodidatti come Van Gogh e Ligabue.
Nel 2012 infine, oltre alla “SESTA TRIENNALE ARTE SACRA” e al XXXIX PREMIO SULMONA, si segnala nel 2014, la partecipazione di Arianna Spizzico, al programma espositivo MUSTinART - Generazioni a confronto - Corpo 3 a cura di Toti Carpentieri Presso il MUST, Museo storico della città di Lecce.

Bibliografia recente:
Percorsi d’arte a cura di V. Lepere - Rubettino Editore.


Hanno scritto di lei numerosi critici tra i quali: Angelo Dragone "La Stampa", Toti Carpentieri, Anna D’Elia, Lino Angiuli, Caterina Cappelluti Altomare, Luciana Cataldo, Raffaele Nigro, Giuliana Schiavone oltre ad Alvaro Spegnesi - storico d'arte - e Marisa Lepenne - Soprintendenza Beni Culturali e Ambientali di Bari

AMORPHOUS - Il divenire della materia (dicembre 2013 mostra personale)
Ancora una volta il rigoroso e personale percorso creativo di Arianna Spizzico ci pone di fronte al rapporto/riscontro/conflitto tra scienza e creatività, confermando quanto aveva sollecitato la nostra attenzione critica nei suoi confronti, in un non dimenticato incontro, sul finire del secondo millennio, che guardava all’opera come messaggio, e al suo situarsi tra tempo e spazio, tra certezze, riferimenti alchemici e pensieri profetici che portavano alla comprensione dello scaturire gli eventi, anche quelli particolari e complessi, e al loro evolversi. (…)
Toti Carpentieri

La materia e il suo divenire
Il divenire della sostanza occupa da sempre un ruolo centrale nelle sperimentazioni multimateriche di Arianna Spizzico, i cui processi creativi partono sempre più di frequente dal recupero di un dettaglio visivo relativo alla dimensione mutevole e affascinante della natura. Per il tramite della fotografia macro, l’artista valorizza quel particolare che nella visione d’insieme rischia normalmente di perdere vigore e apparire secondario, per ribadire che frammento ed entità globale, elemento naturale e paesaggio, sono fatti della stessa sostanza. (…)
Giuliana Schiavone

Attività artistica

Dopo gli studi liceali e accademici entra a far parte dell’Associazione Incisori Pugliesi diretta da Glauco Camilles e dell’Accademia delle Arti dell’incisione diretta da Luigi Servolini in Roma
1982 - “Siena 82” - Fortezza Medicea - Siena; Premio Arco d’oro – Roma.
1996 - Premio Italia per le Arti visive - XI edizione – Firenze.
1997 -IMMAGINI DEL MITO” - Stamperia d’arte Ante Litteram – Bari - cartella di acqueforti e libro di incisioni miniate
1998 - ART’ & MAGGIO - a cura di Marilena Bonomo :Bari- Stadio della Vittoria,
1998 - CASTELLO SVEVO Bari, Soprintendenza Beni Culturali – Compagnia Teatron’Ego, - Installazioni in Spettacolo multimediale su regia e ideazione di N. Vigenti;
1998 - “OMAGGIO A PINO PASCALI” Polignano a Mare - PALAZZO PINO PASCALI, mostra antologica personale.
1998 - Monopoli - Castello S. Stefano - “SULLE VESTIGIA DEI SENTIERI ORFICI”, regia e ideazione di N. Vigenti con installazioni scultoree di A. Spizzico e Iurilli;
1999 - “WEEK END” - 48 ORE NON STOP di Arte, Musica, Teatro, Poesia e Danza a Villa Iurilli Trani;
1999 - “MESSAGGI DA UN MITICO FUTURO”- Tra arte e cultura oltre i limiti della sequenza" sculture e installazioni dell’autrice, a cura di T. Carpentieri;
2000 - Fiera di Roma, “CUSTODIRE IL SACRO” a cura di SIGNUM.
2010 - “URBS MARIS” – Città del Maremostra itinerante realizzata in ArtEnsamble con Tullia Pugliese Biblioteca Benedetto Croce al Vomero-Napoli, MAGGIO 2011 - Fortino S.Antonio-BARI
2013 “AMORPHOUS” Il Divenire della Materia - mostra personale, a cura di Toti Carpentieri e Giuliana Schiavone - Galleria FORMAQUATTRO Bari.

PARTECIPAZIONI
2012/2014
in itinere - OLIO D’ARTISTA a cura di F. Sannicandro e l’Associazione GOLEM - Pinacoteca De Napoli, Terlizzi- Palazzetto delle Arti, FOGGIA- Pinacoteca Comunale, Cassano M.
Giugno 2012 - “SESTA TRIENNALE ARTE SACRA”
Seminario Arcivescovile-piazza Duomo; Lecce a cura di T.Carpentieri;
Settembre 2012 - XXXIX PREMIO SULMONA
; 2012/ 2013:“MUR’ART” Provincia di Bari, Assessorato Sport Turismo Spettacolo; Novembre 2012 - “BESTSELLER 2” - Libri d’Autore- Bitonto, Torrione Angioino
Febbraio 2013 - “MISTERO BUFFO” - Bari, Galleria FORMAQUATTRO Bari; MARZO 2013 - “SAVE THE BEAUTY”, “Taranto chiama Italia, Italia risponde” Iniziativa organizzata da ROSSOCONTEMPORANEO e FORMAQUATTRO Bari.
Febbraio/Settembre 2014 “MUSTinART” Lavori in corso. Corpo 3
- Generazioni a confronto, MUSEO STORICO MUST, Città di Lecce .
Settembre 2014 - “ARTISTI IN LUCE”
per ACMEI Fiera del Levante, Bari a cura di F.Sannicandro .

web

Alcune opere